Cosa succede se si guida senza assicurazione ma si è solo i conducenti del veicolo e non i proprietari? Vediamolo insieme in questa guida dedicata!

La guida senza assicurazione conducente non proprietario è un reato che prevede una contestazione da parte di chi svolge i controlli e anche il sequestro del mezzo nel caso in cui questo non presenti una RC Auto valida. Ma chi deve pagare nel caso in cui il conducente diverso dal proprietario? Vediamolo insieme. 

Multa presa dal conducente non proprietario: cosa succede? 

Nel caso in cui la multa presa dal conducente non proprietario sia consegnata al momento di un controllo il pagamento è dovuto sia da chi conduce il mezzo sia da chi lo possiede. 

In caso di contestazione di tipo differita: il verbale è spedito al proprietario del veicolo che può comunicare la multa al conducente per fargliela pagare, ma che in caso di mancato pagamento viene comunque contestata al proprietario. 

Nel caso in cui, la multa presa dal conducente non proprietario riguardi l’assenza dell’assicurazione auto, allora il verbale verrà effettuato a nome di questo. Infatti, è il proprietario del veicolo ad essere il diretto responsabile dell’assicurazione del veicolo, anche se non è lui che in genere utilizza la vettura per gli spostamenti. 

Assicurazione conducente diverso dal proprietario 2022: è possibile? 

L’assicurazione può essere intestata a una persona diversa dal proprietario del veicolo. Infatti, la polizza auto è sempre valida anche nel caso in cui il conducente non sia il proprietario del veicolo. L’importante è che la polizza sia presente e faccia riferimento alla targa dell’auto che il conducente guida abitualmente. 

La legge infatti, non impone in alcun modo che il contraente della polizza figuri anche come proprietario del veicolo. Quindi proprietario e conducente possono essere due persone diverse tra loro.  

Cosa succede in caso di incidente con colpa su un veicolo non di proprietà? 

Se non si è proprietari dell’automobile ma solo conducenti saltuari, e l’assicurazione è intestata a colui che risulta possedere il veicolo, in caso di incidente con colpa chi dovrà pagare? 

Il pagamento verrà fatta dall’assicurazione del proprietario del veicolo, anche nel caso in cui sia stato un conducente terzo a fare l’incidente. 

L’assicurazione quindi, coprirà tutti i costi dell’incidente con colpa con conseguente aumento dell’incidenza assicurativa ossia del malus. Spetterà poi al proprietario nel caso lo volesse, effettuare una rivalsa sul conducente. In questo caso, si potrà rifare sul conducente solo dal punto di vista civile chiedendogli un indennizzo per l’aumento della polizza assicurativa. 

Cosa succede in caso di incidente senza colpa? 

Nel caso in cui invece il conducente, non proprietario del veicolo né intestatario della polizza assicurativa, faccia un incidente senza colpa e non sia prevista un’assicurazione su conducenti diversi da quello che ha intestata l’assicurazione, l’eventuale risarcimento sui danni reali dell’auto verranno ripagati al proprietario. 

In caso di conseguenze fisiche, invece, se è presente l’assicurazione sul conducente, le spese e il rimborso verrà corrisposto a chi effettivamente stava guidando il veicolo. 

Cosa succede per la perdita dei punti della patente? 

Nel caso in cui il conducente di un veicolo, del quale non è proprietario, prenda una multa con un veicolo che non è di sua proprietà, il proprietario è tenuto in solido al pagamento. 

Se si tratta di una multa con conseguente perdita dei punti sulla patente è possibile rendere noto chi era il conducente dell’auto al fine che questi vengano detratti dalla sua patente e non da quella del proprietario del veicolo. 
In ogni caso, il proprietario dell’auto può rivalersi anche sull’ammontare della multa chiedendo al conducente di prendersi le sue responsabilità e pagare la somma richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *